>> Home
  >> Volare in parapendio
  >> Volare in tandem
  >> Corso di parapendio
  >> Corso di volo in tandem
  >> Attrezzatura
  >> Voli XC (cross country)
  >> Siti di volo
  >> Meteo
  >> Links
  >> Gli amici di volo
  >> FOTO & VIDEO

...VOLA CON IL CORPO, VOLA CON LO SPIRITO...logo drago indipendence
MA SOPRATTUTO...VOLA CON LA TESTA...!!!


SAN GIULIANO TERME (PI)

Il comprensorio dei monti pisani offre un ambiente particolarmente adatto al volo in parapendio grazie alla sua conformazione collinare e alla sua particolare esposizione ai venti provenienti dal mare. L'ambiente collinare che si presenta davanti al pilota è molto dolce, la particolare brezza di mare che entra fin dalle prime ore del pomeriggio permette anche ai piloti meno esperti di permanere in aria in condizioni di dinamica senza particolari sforzi per svariate ore. Per i piloti più intraprendenti è possibile effettuare voli di Cross molto tecnici data la scarsita di rilievi montani intorno, una volta allontanati dal piccolo comprensorio dei monti Pisani il volo è per la quasi totalità di pianura quindi molto tecnico. L'attività termica nelle giornate primaverili è comunque generosa e permette di effettuare voli piacevoli con condizioni quasi mai forti.

QUOTA DEL DECOLLO:  
210 m slm.

ESPOSIZIONE:
Ovest - Sud/Ovest

Pericoloso con venti provenienti da Nordovest e Nord, la colinetta a destra del decollo che si estende per qualche centinaio di metri verso la pianura in maniera perpendicolare al decollo in presenza dei venti prima citati instaura un violento rotore che investe il pilota non appena uscito dal decollo.
Questa particolare situazione non è facilmente riconoscibile da un occhio poco esperto o da un pilota non assiduo del posto e non di rado ha creato spiacevoli situazioni per chi a valutato male.
Accertarsi che il vento sia frontale guardando le manichette a vento che si vedono in campo dal decollo oppure osservando, se ci sono, dei fumi in pianura. La direzione ottimale del vento per uscire senza problemi va da Sud a Ovest.

                             SITUAZIONE CLASSICA DEL VENTO IN DECOLLO

10-15 Km/h di vento non di rado 20 Km/h, è indispensabile avere una certa disinvoltura nel decollare in maniera speculare, visto la quasi incessante presenza di vento e la poca inclinazione del decollo  è facile essere trascinati durante il gonfiaggio della vela se non si ha una certa padronanza della tecnica speculare.
Il terreno pietroso non perdona in caso si sia trascinati a terra.Non andare mai in volo senza avere montato lo speed.

 

POSSIBILITA' DI TOP LANDING

Si può atterrare sul decollo, top tecnico di media difficoltà, anche in questo caso un occhio di riguardo al terreno che in caso di errore e di trascinamento non perdona. Per chi non è pratico del posto è consigliabile chiedere consiglio ai piloti  locali, molto pericoloso in caso di venti da Nord Ovest e Nord, ugualmente pericoloso con venti provenienti da Sud.

CONFORMAZIONE  TERRENO:

Pietroso, copertura di teli protettivi solo dove viene stesa la vela e disteso il fascio.

 

ATTERRAGGIO UFFICIALE:

Campo sterrato frontale al  decollo appena oltrepassata la ferrovia compreso fra la ferrovie e la linea dell'alta tensione. Atterraggio molto ampio si arriva senza problemi in planata dal decollo con qualsiasi classe di vela. Atterraggio pianeggiante ottimo anche per i piloti alle prime armi. Nei periodi in cui il campo è coltivato atterrare sulla lunga strada sterrata centrale del campo, andare adagio con la macchina per uscire dal campo dato che il passaggio c'è gentilmente concesso. Se si decolla con venti provenienti da Nordovest può risultare compromessa l'efficienza a causa della discendenza creata dal possibile rotore quindi si può rischiare di non arrivare in campo. Non decollare mai con venti da Nordovest. In tal caso prima della ferrovia a sinistra del decollo c'è un piccolo prato dove si può effettuare un atterraggio d'emergenza.

Photo siti di volo

ROBERTO MAGGI Istruttore nazionale VDS AeCI - Cell.+39 328 8686407 Casa +39 0584 610713 E-Mail talebano@aruba.it