>> Home
  >> Volare in parapendio
  >> Volare in tandem
  >> Corso di parapendio
  >> Corso di volo in tandem
  >> Attrezzatura
  >> Voli XC (cross country)
  >> Siti di volo
  >> Meteo
  >> Links
  >> Gli amici di volo
  >> FOTO & VIDEO

...VOLA CON IL CORPO, VOLA CON LO SPIRITO...logo drago indipendence
MA SOPRATTUTO...VOLA CON LA TESTA...!!!

                                  ALTOPIANO DELLE PIZZORNE
 

Quota decollo 670 mt. s.l.m.

 

Avvicinamento più comodo per l’atterraggio:

Da Lucca seguire tutta la strada statale n. 12 dell’Abetone e del Brennero fino al centro commerciale Esselunga di Marlia. girare a des. per Marlia passare un sottopasso ferroviario e arrivati ad un incrocio con semaforo girare a sin fino ad un altro incrocio con monumento ai caduti, girare a des. E proseguire dritti fino ad un bivio nei pressi di un negozio di alimentari sempre chiuso qui prendere a sin e seguire la strada che con qualche curva porta nei pressi dell’atterraggio. Lasciare la vettura sulla strada e raggiungere il campo di atterraggio percorrendo una strada sterrata che inizia nei pressi di una vecchia croce metallica

Quota 120 m GPS: N 44°03’44.1”  E 010°36’54.2"

 

Avvicinamento più comodo al decollo.

Dall’atterraggio ritornare indietro fino al monumento ai caduti tenere sempre la des. Fino alla villa reale di Marlia e proseguire seguendo le indicazioni per  le Pizzorne nel paese di Matraia superare un semaforo da senso unico alternato e continuare lungamente fino ad un bivio con cappella con immagine sacra, girare a sin per strada sterrata e proseguire fino al decollo situato proprio sotto un traliccio dell’Alta Tensione!!!

Quota 970m GPS: N43°56’03.0” E010°35’04.6”

 
 
                                                        ESPOSIZIONE
 

Sud/Ovest-Ovest, possibile decollare anche con moderato Nord/Ovest pericoloso con venti provenienti da i quadranti orientali Est e  Nord-Est

 

Decollo classificabile facile. Erba con inclinazione progressiva che permette il controllo della vela prima dell’Involo. La presenza di alberi a des. ed a sin. della pista di decollo devono consigliare qualche attenzione se la vela non sale dritta sopra di voi è consigliabile ripeter il gonfiaggio piuttosto che andare a finire sulle piante!!

 
                                SITUAZIONE TIPO DEL VENTO IN DECOLLO
 

Normalmente è presente una bella brezza termica frontale che permette un sicuro decollo alla francese, la sera la brezza cala e si può fare il decollo frontale.

 
                                          POSSIBILITA' DI TOP LANDING
 

Molto tecnico, la presenza del traliccio dell’alta tensione e dei relativi cavi consiglia di non improvvisare se non ci si sente più che sicuri.

 
                                           CONFORMAZIONE TERRENO
 

Erba rasa e qualche albero ai lati ed in fondo alla rincorsa del decollo

 

                                             ATTERRAGGIO UFFICIALE
 

Alla periferia di Marlia presso un campo non visibile dal decollo e non molto ben individuabile una volta in volo se non ben conosciuto.

Possibile di atterrare prima dell’atterraggio ufficiale, ma prestare attenzione alle coltivazioni. Pericolosi i filari delle viti pieni di ostacoli poco visibili più, sicuri i campi coltivati ad olivi in genere di basso fusto.

Attenzione a non farsi attrarre da un campo sportivo a metà strada tra il decollo e l’atterraggio che è circondato da reti alte e si trova in situazione di costante rotore di sottovento.

 

                                         CARATTERISTICHE DEL VOLO
 

Volo prettamente termico, non sono rare le possibilità di sfruttare le deboli termiche della piana di Lucca con andata e ritorno sulla capitale della provincia! Abbastanza classico il cross verso il campo di volo di Decimo, in caso di mancato ritorno la valle del Serchio è relativamente ben servita da mezzi di trasporto pubblici. Possibilità di raggiungere l’appennino passando per il decollo di Pratofiorito!

 
                                                           PERICOLI
 

Linea elettrica ad alta tensione dietro il decollo!

Possibilità di finire in pericolosi sottovento, se non si riesce a prender subito quota è consigliabile andare decisamente a sin. ed una volta in sicurezza con l’atterraggio in cono di efficienza, sfruttare le ascendenze per risalire al di sopra delle antenne dei ripetitori.

 
 

Photo siti di volo

ROBERTO MAGGI Istruttore nazionale VDS AeCI - Cell.+39 328 8686407 Casa +39 0584 610713 E-Mail talebano@aruba.it