title>Corsi di parapendio Toscana - parapendio pisa - Parapendio Versilia
parapendio toscana
  >> Home
  >> Volare in parapendio
  >> Volare in tandem
  >> Corso di parapendio
  >> Volare a San Giuliano (PI)
  >> Corso di volo in tandem
  >> Speed Fly Toscana
  >> Dove dormire
  >> Attrezzatura
  >> Usato
  >> Paratrekking
  >> Paramotore
  >> Siti di volo
  >> Meteo
  >> Links
  >> Piloti Ozone
  >> Foto
  >> Video

 

 

 

 

 

 

CORSI DI PARAPENDIO TOSCANA

PARAPENDIO TOSCANA - PARAPENDIO PISA - PARAPENDIO SAN GIULIANO

COME AVVICINARSI AL VOLO IN PARAPENDIO

I CORSI SONO APERTI TUTTO L'ANNO, L'ISTRUTTORE E' DISPONIBILE TUTTI I GIORNI PER LE LEZIONI PRATICHE/TEORICHE IN MANIERA TALE DA SFRUTTARE AL MEGLIO IL TEMPO LIBERO A DISPOSIZIONE DI OGNI ALLIEVO, COSI' DA GARANTIRE UNA VELOCE MA PUR SEMPRE GRADUALE PROGRESSIONE PRATICA  E TEORICA ALL'INTERNO DEL MONDO DEL VOLO CON IL PARAPENDIO.

 

CONTATTAMI PER ULTERIORI INFORMAZIONI:   328-8686407 ROBERTO MAGGI


GIORNATA DI PROVA GRATUITA AL CAMPO SCUOLA

La giornata di prova al campo scuola è praticamente il primo passo di avvicinamento al mondo del volo in parapendio.

Il campo scuola altro non è che una piccola collinetta erbosa di poche decine di metri.

La giornata di prova inizia con una descrizione accurata dell’attrezzatura che andremo ad utilizzare (Selletta, vela, ecc.), subito saranno eseguiti i primi gonfiaggi del parapendio, i primi controlli della vela, leprese di velocità e come per magia i primi piccoli stacchi a pochi metri da terra.

Planare anche per pochi secondi a qualche metro dal suolo giù per una piccola collina già fa assaporare le forti emozioni che uno sport come il nostro può dare, tutto questo ovviamente sempre sotto l’occhio vigile dell’istruttore. Alla fine della giornata si avrà sicuramente un’idea chiara se intraprendere o no questa affascinate e gratificante disciplina.

 

 

CORSO BASE DI PARAPENDIO


1° FASE del corso

L’allievo pilota comincia la sua fase addestrativa al campo scuola con attrezzatura idonea fornita dall’istruttore.

L’allievo impara da subito a conoscere ogni parte della sua attrezzatura,la corretta disposizione della vela sul pendio e i relativi controlli pre-volo.

L’allievo viene istruito in maniera completa nelle tecniche specifiche di gonfiaggio dell’ala, impara a gonfiare la vela in maniera corretta e acontrollarla sopra la testa in maniera autonomacon i piedi ancora a terra. Successivamente effettuerà le prime prese di velocità e i primi stacchi durante i quali impara ad utilizzarelo spostamento del peso in voloin maniera corretta ed eseguire le prime virate sotto guida radio dell’istruttore fino al momento dell’atterraggio.

Nei giorni di campetto l’allievo impara a gestire l’attrezzatura in maniera adeguata, a farne buon uso senza danneggiarla e ad utilizzarla con maestria, infine vi è una parte dedicata alla ripiegatura in maniera corretta del parapendio nonché al corretto rimessaggio di tutta l’attrezzatura di volo.

Nel momento in cui l’allievo viene ritenuto pronto sarà effettuato un primo volo Biposto durante il quale l’istruttore impartisce diverse nozioni fondamentali e l’allievo può saggiare con le proprie mani il pilotaggio della vela, osservare attentamente la circuitazione per lo smaltimento della quota prima dell’atterraggio e aspetto non trascurabile sente sulla sua pelle le sensazioni che un volo alto gli trasmette.

Successivamente dopo approvazione positiva dell’istruttore l’allievo passa ai voli alti da solista durante i quali metterà in pratica quanto imparato durante il campino e durante i voli biposto effettuati, i voli da solista saranno effettuati naturalmente sotto l’attenta guida radio dell’istruttore dal momento del decollo fino all’atterraggio. Attraverso la guida radio l’allievo pilota verrà fatto planare in aria calma, gli saranno fatte fare gradualmente vari tipi di manovre, virate e circuitazioni per lo smaltimento della quota.

A questo punto il tutto viene completato da scrupolose lezioni teoriche tenute dall’istruttore riguardanti l’aerodinamica, la meteorologia , sicurezza in volo tecniche dipilotaggio ecc.

 

 

2° FASE del corso

La seconda fase del corso ha come obbiettivo quella di rendere autonomo durante tutto il contesto di volo l’allievo pilota e quindi di metterlo in grado di affrontare con esito positivo l’esame finale per l’acquisizione dell’attestato divolo VDS.

In questa fase saranno perfezionate le tecniche di decollo, specialmente la partenza fronte all’ala, i vari tipi di circuitazione per lo smaltimento della quota e cosa più interessante l’allievo imparerà a pilotare il mezzo in condizione di sostentamento dinamico e termico sempre sotto la guida radio dell’istruttore.

All’allievo saranno fatte eseguire tutte le manovre previste dal programma di esame in maniera tale che sia pronto in tutto e per tutto, prima dell’esame volerà sotto controllo dell’istruttorein altri siti di volo localidove accumulerà esperienze nuove ed interessanti fondamentali per la formazione di una base solida della sua carriera di pilota.

Durante questi i  voli sostentati il futuro pilota entrerà sempre più in simbiosi con il suoparapendio divertendosi e imparando allo stesso tempo in maniera sicura. Sarà impartita una filosofia di intraprendere il volo in maniera più coscienziosa e sicura possibile in maniera tale che ogni volo risulti allafine un sicuro successo qualunque sia stata la sua durata o la sua lunghezza.

In questa fase del corso sarà anche approfondito la parte riguardante il coretto utilizzo delparacadute di soccorso con tanto di simulazione del lancio dello stesso.

Non ci saranno sorprese per l'allievo che esce dal corso, non ci saranno parti oscure sulle queli non sarà stata fatta luce, all'uscita dal corso all'allievo mancherà solo l'esperienza, esperienza che si farà e non finirà mai di farsi perchè di sicuro gli sarà stata improntata una mentalità rivolta alla voglia di volare e di termicare... parola mia...

Verrà infine approfondita e conclusa la parte teorica in ogni sua componente con lezioni dettagliate e armoniose, nonché saranno proiettatie commentati video di volo riguardanti le corrette tecniche di pilotaggio, video sulla risoluzione degli assetti inusuali e video di meteorologia in modo che l’allievo abbia un quadro quanto mai più completo del mondo del volo.

Prima dell’esame sarà eseguita una simulazione dello stesso sia teorica che pratica cosicché l’allievo si senta quanto più preparato e sicuro possibile per la prova che lo consegnerà ufficialmente al mondo del volo.

L' istrutore sistemerà tutte le pratiche burocratiche necessarie per lo svolgimento dell’esame finale il quale sarà effettuato meteo permettendo sul nostro sito di volo.

QUANDO L'ALLIEVO PASSERA' L'ESAME FINALE L'ISTRUTTORE NEI MESI SEGUENTI SARA'SEMPRE DISPONIBILE SUL DECOLLO PER AIUTARE E TRASMETTERE SICUREZZA AL NEO PILOTA.

DOCUMENTI RICHIESTI PER L'ISCRIZIONE

Per iscriversi al corso e svolgere conseguentemente attività di volo è necessario essere in possesso dei seguenti documenti:

- NULLA OSTA (per volo da diporto sportivo senza motore) rilasciato dalla QUESTURA DI RESIDENZA

- CERTIFICATO MEDICO DI  IDONEITA' FISICA PER LA SPECIALITA' PARAPENDIO rilasciato

  da un medico sportivo e con validità di due anni.

ROBERTO MAGGI  328-8686407
Istruttore VDS
Aeroclub d'Italia


Parapendio Toscana
Ernesto al campetto

Parapendio in Toscana
Stefania e Mirka ai Campetti

Scuola di Parapendio Toscana
Durante il corso


Volare in Toscana
Gonfiaggio del Parapendio

Parapendio San Giuliano terme
Corsa progressiva

Biposti in Parapendio Toscana
Volo e atterraggio






Parapendio Pisa
Assistenza durante il decollo

Parapendio Versilia

Stefania durante un volo

Parapendio Lucca
Allievi osservano un compagno appena decollato

Parapendio a Pisa
Luca atterra sul decollo

ROBERTO MAGGI Istruttore nazionale VDS AeCI - Cell.+39 328 8686407 - E-Mail info@parapendioversilia.it